Alitalia, un maggio d’alta quota

Sono aumentati del 7,6% i ricavi dal traffico passeggeri della compagnia aerea italiana. In positivo anche il numero di passeggeri trasportati dal maggio dello scorso anno.

Foto Vincenzo Livieri - LaPresse

ROMA – Alitalia riprende quota. Nel maggio appena trascorso, si è registrato un incremento dei ricavi provenienti da traffico passeggeri del 7,6%. Rispetto al maggio precedente, primo mese dell’amministrazione Straordinaria. Ad informare è direttamente la compagnia con una nota in cui si informa che sono risultati positivi anche i risultati per quanto riguarda il numero dei passeggeri: a maggio la compagnia ha trasportato 1.908.311 passeggeri con una crescita del 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Cresce il lungo raggio

L’aumento è stato determinato, in particolare, dalla crescita del lungo raggio che, con 230.450 passeggeri trasportati, ha registrato un incremento del 7,3%.

Avanza anche il cargo

Salgono anche i ricavi legati al settore cargo – ceduto in buona parte a Etihad nei mesi scorsi e oggi è rientrato nell’alveo delle attività del vettore di Fiumicino. A maggio è stato registrato un incremento del 9,1% delle merci trasportate rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

La dichiarazione di Gubitosi

“I risultati di maggio sono in buona crescita, giugno sta andando allo stesso modo. Ci aspettiamo gli stessi risultati”, ha detto il commissario straordinario di Alitalia, Luigi Gubitosi parlando dei risultati diffusi oggi sui ricavi da traffico passeggeri (a maggio +7,6%) durante l’inaugurazione della nuova Lounge Casa Alitalia.

L’amministrazione straordinaria

Va ricordato che nel maggio 2017 l’allora ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, dispose con decreto della Legge Marzano l’ammissione di Alitalia all’amministrazione straordinaria. Con lo stesso decreto fu nominato un collegio commissariale composto da Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome