Iran, Khamenei: “Con gli Stati Uniti nessun negoziato”

La Guida Suprema risponde così alla proposta di Trump di avviare le trattative con Teheran

TEHERAN  – Nessuna trattativa nè incontri con il presidente Usa Donald Trump. L’Iran risponde così alla proposta, della scorsa settimana, del leader degli Stati Uniti. Quest’ultimo si era detto pronto ad incontrare il presidente iraniano Hassan Rohani. A bloccare ogni possibile apertura è stato Ali Khamenei, la Guida Suprema del Paese, che ha negato la possibilità di trattare con “un regime prepotente e truffatore”, come Khamenei ha definito gli Stati Uniti. A riferire la posizione della Guida Suprema è stata la tv iraniana in inglese “Press Tv”.
Il monito dell’ayatollah Khamenei
La Guida Suprema dell’Iran ha lanciato un monito al presidente Rohani in merito alla possibilità di avviare negoziati con gli Stati Uniti: “Vieto ogni trattativa con gli Usa, Nazione che ha dimostrato di non tener fede ai propri impegni. Funzionari americani parlano di negoziati, sanzioni e guerre. Al popolo iraniano posso dire che non ci saranno guerre nè negoziati”.
L’avvertimento a Rohani sulla politica economica
Khamenei ha anche indicato la strada da seguire al presidente iraniano Rohani in materia economica. “Più che le sanzioni, a creare problemi al popolo iraniano è una gestione negligente dell’economia. Con una migliore gestione sarà possibile superare le difficoltà”.
I nuovi missili
Proprio nella giornata di oggi il ministro della Difesa iraniano, Amir Hatami, ha svelato i nuovi missili a corto raggio in grado di colpire obiettivi con grande precisione e di farlo sia di notte che di giorno. Un segnale che sottolinea come l’Iran continui nella sua politica di incremento degli armamenti. Politica che ha portato gli Usa a lasciare il tavolo per l’accordo sul nucleare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome