Salvini attacca Confindustria: “Zitti per tutti questi anni, ora fateci lavorare”

Il leader della Lega si schiera con il fronte dei 'Sì Tav'

76
Matteo Salvini nella redazione di Cronache di

ROMA –C’è qualcuno che è stato zitto per anni quando gli italiani, gli imprenditori e gli artigiani venivano massacrati. Ora ci lasciassero lavorare“, questa la dura replica di Matteo Salvini alla manifestazione di Confindustria di ieri a Torino. Il presidente Francesco Boccia aveva attaccato il governo, chiedendo correzioni alla manovra e rilanciando il ‘Sì’ per la Tav.

Salvini: “Ascolto tutti, ma lasciateci lavorare”

L’Italia sarà molto migliore di come l’abbiamo trovata“, così il leader della Lega a margine delle celebrazioni di Santa Barbara, patrona dei Vigili del fuoco. “Siamo qui da sei mesi. Ascolterò tutti, incontrerò tutti. Però lasciateci lavorare“. Poi un passaggio diretto sulla manovra: “Il 2%? E’ un numero su cui si esercitano giornalisti e commissari Ue. Noi badiamo alla sostanza e a trovare risorse“. Sulla questione Tav Salvini, a differenza dei partner di governo pentastellati, si schiara “per l’Italia del sì“.

Da Confindustria: “La nostra pazienza è al limite”

Ieri la manifestazione di Confindustria Torino. Presenti dodici associazioni d’impresa, che complessivamente rappresentano 13 milioni di lavoratori e oltre il 65% del Pil. Così Boccia: “Se siamo qui è perché la nostra pazienza è quasi limite, per mettere insieme 12 associazioni tra cui alcune concorrenti tra loro. Se siamo qui tra artigiani, commercianti, cooperative, industriali, qualcuno si dovrebbe chiedere perché. La politica è una cosa troppo importante per lasciarla solo ai politici“.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome