Terremoto in Abruzzo, panico a Collelongo. Il sindaco Salucci: “Scossa forte, necessari sopralluoghi”

Panico a Collelongo in provincia de l'Aquila per un terremoto di intensità 4.1, cittadini ospitati nelle scuole. Il sindaco Salucci attiva il centro comunale: "Non ci sono danni ma bisogna fare dei sopralluoghi, c'è molta paura"

154

L’AQUILA – Notte di terrore nel comune di Collelongo in provincia di L’Aquila: l’epicentro di una scossa di terremoto di magnitudo 4.1 è stata registrata a soltanto tre chilometri dalla città. Il sisma ha colpito l’intera area della Marsica. “La scossa è stata molto forte e non potendo escluderne altre c’è molta paura. – ha dichiarato il sindaco Rossana SalucciNon è stato certamente un buon inizio di anno. Speriamo che sia finita qui”. Fortunatamente non si registrano danni a cose o persone. Ma la preoccupante intensità del sisma, avvertito persino nella Capitale, mette in allarme l’amministrazione cittadina.

Panico a Collelongo, attivato il Centro operativo comunale.  Salucci: “Scossa molto forte, c’è molta paura”

E’ aria di terrore quella che si respira tra i cittadini di Collelongo. In seguito allo sciame sismico i cittadini si sono riversati in strada. “E’ stata una scossa molto forte – l’ansia trapela dalle parole del sindaco Salucci – Per fortuna non si rilevano danni a cose o persone. Ma c’è molta paura e non potendo escludere nuove scosse abbiamo aperto il Centro operativo comunale. Per chi vuole trascorrere la notte in sicurezza sono stati attrezzati il bocciodromo e le scuole in piazza”. Il Municipio ha messo a disposizione gli edifici dove la Croce Rossa ha allestito alcuni dormitori di emergenza con brandine e coperte, dove ospitare i cittadini.

La città salva per fortuna ma il pericolo non è passato, il sindaco: “Necessari sopralluoghi”

E’ stato il caso a salvare Collelongo. Quasi un miracolo, come osservano in questi attimi gli agenti della polizia Municipale. Il sisma sembra essere arrivato e poi andato via senza lasciare alcun segno del suo passaggio. Impegnati in una ricognizione visiva del territorio gli agenti non sembrano riscontrare problemi strutturali agli edifici. “Non si registrano danni a cose o persone. – Ha dichiarato il primo cittadino – Stiamo verificando se ci sono danni, ma non sembra ve ne siano. Non ci sono segnalazioni da parte delle famiglie, ma bisogna effettuare dei sopralluoghi”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome