Torino, un operatore della Croce Rossa aggredito in centro per clochard: arrestato un 45enne

L'operatore della Croce Rossa ha riportato lesioni guaribili in 15 giorni

104
Foto LaPresse - Matteo Corner

Torino – Un uomo di 45 anni è stato arrestato la notte scorsa a Torino dalla polizia municipale dopo avere percosso un operatore della Croce Rossa nella struttura ‘Emergenza Freddo’ per clochard e indigenti allestita nella ex Piazza D’Armi a Torino. L’uomo, un marocchino di 45 anni, ha già alle spalle numerosi precedenti. L’operatore della Croce Rossa ha riportato lesioni guaribili in 15 giorni. L’arrestato è trasferito nelle camere di sicurezza di un Commissariato di polizia in attesa del processo per direttissima.

Emergenza freddo nelle città, a Roma 140 posti in più per clochard

Caritas di Roma attiverà il piano freddo diocesano in collaborazione con le parrocchie. Attività di accoglienza straordinaria, formazione per i volontari, sensibilizzazione della cittadinanza. Ed anche una campagna di comunicazione che avrà per tema ‘Come in cielo, così in strada’ che si svilupperà fino ad aprile 2019.

Il piano freddo prevede l’attivazione di 140 posti di accoglienza straordinaria per i senza dimora che si aggiungono ai 600 posti che la Caritas offre durante tutto l’anno in collaborazione con Roma Capitale.

Alla Cittadella della Carità “Santa Giacinta” di Ponte Casilino sarà aperto un centro di emergenza con 74 posti letto.

Saranno sette le comunità parrocchiali che metteranno a disposizione 66 posti per l’ospitalità (San Giulio, San Giustino, Sant’Agapito, San Giovanni Battista De Rossi, Santa Maria Addolorata, San Giuseppe al Trionfale, Ognissanti). Altre dieci parrocchie saranno attive con gruppi di volontari a sostegno di centri di accoglienza (San Giovanni Maria Vianney, San Barnaba, SS. Sacramento a Tor de Schiavi, San Ponziano, Sacri Cuori di Gesù e Maria, Santa Maria Regina Pacis a Monteverde, Santi Marcellino e Pietro a Duas Lauros, San Luca Evangelista, San Stanislao, Sant’Ippolito).

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome