Gabon, colpo di Stato dei militari

Blindati delle forze di sicurezza del Gabon hanno bloccato alle 7 ora locale l'accesso al boulevard Triomphal

139
Gabon (Photo by Steve JORDAN / AFP)

Libreville – Presa del potere dei militari in Gabon, che hanno letto alla radio di Stato nella capitale Libreville un messaggio, alle 6.30 ora locale, annunciando che hanno istituito un “Consiglio nazionale di restaurazione” in assenza del presidente Ali Bongo, in convalescenza in Marocco. Blindati delle forze di sicurezza del Gabon hanno bloccato alle 7 ora locale l’accesso al boulevard Triomphal, nel centro della capitale.

Tante proteste dell’opposizione ci furono dopo l’elezione del presidente Bongo

Scontri in Gabon dopo l’elezioni presidenziali vinte dall’attuale presidente Ali Bongo, al potere dal 2009. Il candidato dell’opposizione Jean Ping ha fatto sapere che ci sono due morti e molti feriti. Quando la guardia presidenziale e la polizia hanno attaccato la sede della sua campagna elettorale.

Ping, che non accetta il risultato del voto, ha chiesto la pubblicazione dei dati elettorali seggio per seggio e l’assistenza internazionale per proteggere la popolazione. I manifestanti anti-Bongo sono scesi in strada nella capitale Libreville. Scontrandosi con la polizia e dando alle fiamme parte della sede del Parlamento.

Le forze dell’ordine hanno sparato lacrimogeni contro un centinaio di sostenitori dell’opposizione. Il presidente Ali Bongo Odimba è al potere dal 2009 dopo aver sostituito il padre, al governo del piccolo Paese petrolifero con 1,8 milioni di abitanti per 42 anni. Secondo la commissione elettorale il presidente uscente è stato rieletto per un secondo mandato di sette anni con il 49,80% dei voti rispetto al 48,23% ottenuto da Jean Ping.

(LaPresse/AFP)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome