Insulti dei giallorossi a laziali, napoletani ed ebrei: “Stesse bandiere. Stessi colori. Stesse m….”

L'episodio dimostra come ormai la tensione, la rabbia e l'ignoranza si stiano espandendo a macchia d'olio in alcuni settori delle tifoserie

119

ROMA – Dopo Pordenone ad insultare i napoletani sono i romanisti. A poche ore dagli scontri in piazza della Libertà (clicca qui) sono comparsi alcuni striscioni con frasi offensive dirette stavolta non solo alla città partenopea, ma pure alla squadra celeste della Capitale e anche alla comunità ebraica.

“Lazio, Napoli, Israele. Stessi colori. Stesse bandiere. Merde”: queste le scritte comparse sui manifesti.

L’episodio dimostra come ormai la tensione, la rabbia e l’ignoranza si stiano espandendo a macchia d’olio in alcuni settori delle tifoserie e del mondo del calcio in generale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome