Rai3, al via da Cuneo la nuova edizione di ‘Provincia Capitale’

Terra di occitani, di lingua d’oc, di trovatori. Città medaglia d’oro della Resistenza, provincia 'Granda' per la sua estensione

71
Rai gialloverde è nata
Foto Fabio Cimaglia / LaPresse 30-10-2018 Roma Spettacolo Rai. Conferenza stampa su "I giorni della ricerca" Nella foto il Presidente della Rai Marcello Foa Photo Fabio Cimaglia / LaPresse 30-10-2018 Roma (Italy) Entertainment Rai. Press conference on "Research days" In the pic Marcello Foa

MILANO (LaPresse) – Rai3, al via da Cuneo la nuova edizione di ‘Provincia Capitale’. Terra di occitani, di lingua d’oc, di trovatori. Città medaglia d’oro della Resistenza, provincia ‘Granda’ per la sua estensione. Riparte da Cuneo il viaggio di Edoardo Camurri e di ‘Provincia Capitale’. Il programma di Rai Cultura che torna da domenica 13 gennaio alle 10.20 su Rai3 e lunedì 14 alle 22.10 su Rai Storia. Nove puntate per raccontare la provincia italiana, dove esiste ancora un’idea di Paese: un circuito dove scorrono storie, curiosità e personaggi.

Ogni puntata si snoda attraverso le stazioni di una ideale metropolitana della cultura. Dove ad ogni fermata ci sono una storia o un personaggio significativo che aiutano ad accrescere le conoscenze del luogo recuperando il passato ed esaminando il presente. Ma c’è anche un ‘fuori porta’, in cui ogni provincia si confronta con i ‘vicini’.

Rai3, il primo appuntamento racconta il territorio cuneese

Nel primo appuntamento Edoardo Camurri si fa raccontare storie del territorio cuneese dai suoi ospiti. Dal matematico Piergiorgio Odifreddi al giornalista e ‘uomo di mondo’ Piero Dadone. Dal produttore di giocattoli Mario Collino al sociologo Marco Revelli, dalla giornalista locale Paola Scola alla ‘cacciatrice’ di storie Irene Borgna.

Il ‘fuori porta’, invece, scopre le valli di Cuneo e in particolare Elva, il comune più ‘sperduto’ d’Italia, a 2000 metri d’altezza. Proprio sul crinale che divide la Val Maria e la Val Varaita. Dove solo nel 1956 si è aperta la strada direttissima del vallone Comba che avvicina il paese – che fino agli anni ’50 fu una delle ‘capitali’ della lavorazione dei capelli, come ricorda Mario Baudino – al Piemonte.

Il ‘forzuto’ Gianni Miraglia vestito in smoking, invece, propone un ‘Hide Park corner’ leggendo la sua lettera ai geometri di Cuneo, invitandoli a unirsi nell’associazione geometri di mondo. Chiude la puntata l’esibizione in dialetto piemontese – tradotto simultaneamente – del quartetto ‘L’ora canonica’ che intona la canzone ‘Cuneo è’ sulla falsa riga di ‘Napule è’ di Pino Daniele.

Anche nella nuova edizione, infine, ‘Provincia Capitale’ offre al telespettatore alcuni codici Qr, utilizzabili dopo aver scaricato l’apposita app, con contenuti extra che arricchiscono la storia dei luoghi raccontati, attraverso le immagini delle Teche Rai. ‘Provincia Capitale’ è un programma di Edoardo Camurri, Michele De Mieri, Alessandro Garramone, Riccardo Mazzon, Antonio Pascale. Regia di Andrea Doretti, coordinamento editoriale Anna Lisa Guglielmi, produttore esecutivo Eleonora De Angelis, curatrice Debora Volpi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome