Parigi, fuga di gas in una panetteria: tre morti, operata l’italiana ferita

Le fiamme prima hanno invaso il pianterreno dell’edificio di rue de Trevise, nei pressi dell’Opéra, poi hanno determinato l'esplosione che ha interessato tutto lo stabile

124
Firefighters evacuate an injured person on a stretcher after the explosion of a bakery on the corner of the streets Saint-Cecile and Rue de Trevise in central Paris on January 12, 2019. - A large explosion badly damaged a bakery in central Paris, injuring several people and smashing windows in surrounding buildings, police and AFP journalists at the scene said. A fire broke out after the blast at around 9am (0800 GMT) in the busy 9th district of the city, which police suspect may have been caused by a gas leak. (Photo by Thomas SAMSON / AFP)

PARIGI – Sono dodici i feriti gravi causati dall’esplosione nella boulangerie. Otto lottano tra la vita e la morte e tra questi c’è pure un’italiana: si tratta di Angela Grignano, originaria di Trapani, in Francia da un mese e mezzo. La ragazza lavorava nell’hotel vicino alla panetteria dove si è verificata l’esplosione.

Angela Grignano

Tre finora le vittime accertate: sono due vigili del fuoco, che erano intervenuti sul posto per controllare la condotta di gas, ed una signora spagnola. Verso ora di pranzo, invece, il ministro dell’Interno Christophe Castaner aveva parlato di “quattro morti, due civili e due pompieri”. A correggere quell’informazione è stata la prefettura.

Un giornalista italiano ferito

E’ in condizioni migliori, invece, il giornalista Valerio Orsolini, anche lui investito dallo scoppio. L’uomo è un videomaker che lavora per la trasmissione Cartabianca. Era nella capitale francese  per seguire le manifestazioni dei gilet gialli con il giornalista Claudio Pappaianni, che è rimasto illeso.

A determinare la tragedia una fuga di gas (clicca qui per leggere). Complessivamente sono oltre 30 i feriti. La maggior parte è stata colpita dalle schegge di vetro e detriti.

Un vigile del fuoco che è rimasto per due ore sotto le macerie è stato tratto in salvo.

Le fiamme prima hanno invaso il pianterreno dell’edificio di rue de Trevise, nei pressi dell’Opéra, poi hanno determinato la deflagrazione che ha interessato tutto lo stabile.

Il pericolo è tutt’altro che ferito: c’è il rischio crolli. I pompieri stanno verificando la tenute delle strutture presenti nella zona dell’esplosione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome