Rai5, da lunedì in seconda serata il docu-movie sui Foo Fighters

La serie segue in otto puntate il tour del gruppo in altrettante città americane

21
Dave Grohl dei Foo Fighters (photo Yui Mok/PA Wire)

Milano – Otto città, otto studi di incisione, otto canzoni che hanno dato vita all’ottavo album dei Foo Fighters, ‘Sonic Highways’. A raccontare la nascita di questo disco che celebra anche i 20 anni di carriera della band, è la serie ‘Foo Fighters – Sonic Highways’, che Rai Cultura propone da lunedì 14 gennaio alle 23.50 su Rai5. Come in un vero e proprio road movie, la serie – diretta e ideata da Dave Grohl, ex batterista dei Nirvana e frontman della band – segue in otto puntate il tour del gruppo in altrettante città americane che, con i loro artisti e studi di incisione, hanno contribuito alla scrittura di alcune delle pagine più belle della musica americana: Chicago, Austin, Nashville, Los Angeles, Seattle, New Orleans, Washington D.C. e New York.

Per ciascuna città, gli episodi documentano la registrazione di una canzone dell’album e la collaborazione spontanea di ospiti speciali: Joe Walsh degli Eagles presso lo studio nel deserto del Joshua Tree, Dolly Parton, Slash, Joan Jett, Chuck D, Rick Rubin, Pharrell Williams, Macklemore e persino il presidente Barack Obama. Nella prima puntata i Foo Fighters raggiungono Chicago e gli studi Electrical Audio di Steve Albini, considerato uno dei ‘guru’ della scena alternativa americana. L’episodio raccoglie i personalissimi ricordi di uno degli ultimi giganti del blues, Buddy Guy, e lo straordinario virtuosismo di Rick Nielsen, chitarrista prodigio dei Cheap Trick che incide insieme ai Foo Fighters la prima traccia dell’album ‘Sonic Highways’.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome