Crisi nella produzione industriale, affiora l’ombra della recessione per l’Unione Europea

L'Italia segna un calo del 19,4% dell'industria automobilistica

71
(Photo by FREDERICK FLORIN / AFP)

ROMA – Il rischio recessione non è più un’ipotesi. La crisi nella produzione industriale e il conseguente stop per alcuni settori grava sull’andamento dell’economia dell’Unione Europea.

Il caso dell’Italia: calo del 19,4% dell’industria automobilistica

Da una recente indagine l’Italia rientra nel novero dei Paesi maggiormente a rischio. L’Istat ha registrato un calo del 2,6% su base annua a novembre 2018 e dell’1,6% su ottobre 2018. Ad essere colpiti soprattutto alcuni dei settori cardine dell’economia italiana, quali l’industria e la produzione di automobili che hanno conosciuto rispettivamente una diminuzione del 2,6% e del 5,1% rispetto al 2017. Anche se resta impressionante il calo dell’industria automobilistica se analizzato su base annuale cioè nel confronto con novembre 2017 : si tratta del 19,4%.

In calo anche Germania, Francia, Spagna e Gran Bretagna

Non sono migliori i dati di Germania, Francia, Spagna e Gran Bretagna. Anche per la capitale tedesca il colpo di grazia lo ha messo a segno la produzione automobilistica nettamente in calo. E dall’altra parte del mondo non arrivano certo notizie rincuoranti. Gli Usa, con i quali l’Unione Europea è collegata per alcuni aspetti economici, attraversano un periodo difficile. La guerra commerciale con la Cina e lo shutdown del governo federale aumentano il rischio di recessione anche per lo Stato con a capo il presidente Donald Trump.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome