Un alpinista muore in Val Susa, fatale una caduta sulle cascate di ghiaccio

86
©Maria Gabriela Noris / LaPresse

MILANO– È precipitato mentre scendeva dopo una giornata di arrampicata sulle cascate di ghiaccio, una caduta fatale per una decina di metri. Un alpinista di 33 anni, Matteo Feltro, ha perso la vita in un incidente avvenuto nei pressi delle cascate di Bar Cenisio, nel comune di Venaus (Torino), a circa 1500 metri di quota.


L’uomo aveva esperienza e conosceva bene la montagna

Era un tecnico del soccorso alpino, un giovane definito dagli uomini del Cnsas “molto preparato e attivo all’interno della Delegazione Valli di Lanzo”. Si trovava con alcuni compagni di scalata, che hanno lanciato l’allarme. Uno di questi ha dovuto essere soccorso in stato di choc.


All’origine dell’incidente, probabilmente una fatalità

L’alpinista sarebbe scivolato, a causa del ghiaccio o dopo essere inciampato a causa dei ramponi che portava. All’arrivo dell’eliambulanza del 118, l’equipe a bordo ha potuto soltanto constatare il decesso dell’uomo che si trovava alla base di alcuni salti di roccia a valle del sentiero. In seguito all’autorizzazione, la salma è stata prelevata e consegnata ai carabinieri per le operazioni polizia giudiziaria. “In questo momento di dolore per la scomparsa di un collega vi chiediamo una particolare delicatezza nell’affrontare l’argomento soprattutto per rispetto dei famigliari”, scrive in una nota il soccorso alpino piemontese. Si tratta del terzo incidente mortale in Piemonte in una settimana. (LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome