VIDEO. Salvini ad Afragola, risposte alla camorra e contrattacco a Saviano

Una richiesta tra la folla: "Non farci più pagare la scorta a Saviano"

AFRAGOLA – Otto bombe esplose all’esterno degli esercizi commerciali presenti sul territorio tra dicembre e metà gennaio. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è arrivato ad Afragola per far sentire ai cittadini la presenza dello Stato. Il vicepremier ha intuito che dietro all’escalation criminale delle ultime settimane, c’è anche la volontà di sfidare lo stato. Per questo motivo, sollecitato anche dalla Sottosegretaria per il Sud Pina Castiello, oggi Salvini è stato in città.

Risposta ai bombaroli

“Chi pensa di fare la voce grossa ha sbagliato – ha detto il vicepremier – lo Stato c’è ed é più forte di qualche balordo”. Afragola è una città ricca di problemi. Come l’abusivismo edilizio nel rione Salicelle, zona visitata dal ministro dell’Interno. “Combatteremo pure l’abusivismo edilizio”, ha assicurato Salvini. Non è mancato lo scontro a distanza con Roberto Saviano.

Contrattacco al ‘tuttologo’ Saviano

Il “tuttologo” non ha perso occasione di attaccare Salvini, attraverso i social network. Salvini ha liquidato la questione in due secondi. “Non ho tempo per rispondere a Saviano”. Incisive le parole del ministro dell’Interno, a cui la folla ha chiesto a gran voce: “Non farci più pagare la scorta a Saviano”. Nella battaglia tra il vicepremier e Saviano, i cittadini di Afragola hanno già scelto da che parte stare.

Qui Afragola (Napoli), questi sono i sondaggi che preferisco, grazie! 😊

Publiée par Matteo Salvini sur Vendredi 18 janvier 2019

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome