Minaccia di far esplodere il palazzo, preso

Strage in via Archimede evitata dai carabinieri. Il 38enne era ai domiciliari con l’accusa della tentata rapina ai danni della tabaccheria

MARCIANISE – Aveva già staccato il filo di collegamento alla bombola del gas e ha minacciato di far saltare in aria l’intero palazzo. E’ stato bloccato dai carabinieri al termine di una trattativa. Il giovane, che si trovava agli arresti domiciliari con l’accusa di aver provato a rapinare  una tabaccheria di Marcianise la scorsa settimana e messo in fuga dalla 90enne titolare, è stato arrestato. Domenico Trombetta, 38 anni, di Marcianise, da ieri è in carcere. Alla base del folle gesto come ammesso dallo stesso Trombetta, ci sarebbe il rifiuto da parte della donna di dargli i soldi per l’acquisto dello stupefacente.

La ricostruzione
Domenico Trombetta, 38 anni

Nella mattinata di ieri, in Marcianise, i militari della locale stazione carabinieri, unitamente a personale del sezione operativa della Compagnia di Marcianise coordinata dal capitano Luca D’Alessandro, a seguito di segnalazione al numero di emergenza ‘112’, sono intervenuti in via Archimede al civico 2 in quanto il 38enne dopo aver staccato una bombola di gas dal balcone della sua abitazione e barricatosi in casa, minacciava di far saltare in aria l’intero palazzo. Giunti sul posto i militari dell’Arma, avvertito il forte odore di gas proveniente dall’appartamento ubicato al primo piano di detta palazzina, hanno messo in sicurezza l’intera area facendo evacuare lo stabile e facendo spostare le auto parcheggiate in quei pressi. Quindi, dopo aver cinturato la zona per evitare che qualcuno potesse avvicinarsi sono entrati nell’appartamento dove, dopo aver negoziato con il Trombetta, in evidente stato di agitazione, sono riusciti a farsi aprire la porta rinvenendo, nella sua stanza da letto, una bombola di gas aperta.

Il blitz

Bloccato il soggetto, dopo aver chiuso e messo in sicurezza la bombola di gas hanno aperto tutte le finestre che erano state chiuse da Trombetta in maniera ermetica, scongiurando così il pericolo di esplosione. L’arrestato, che ha giustificato il suo gesto riconducendolo al diniego della nonna di dargli del denaro per l’acquisto di stupefacente, è stato tratto in arresto e tradotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere. Trombetta è l’uomo che, stando alle accuse, alcuni giorni fa tentò una rapina ai danni di una 90enne titolare di una tabaccheria in Marcianise venendo, in quella circostanza, messo in fuga dall’anziana vittima che gli puntò contro un coltello. L’uomo anche in quella occasione fu arrestato dalle forze dell’ordine intervenute. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome