Apre bene la Borsa di Milano con spread in calo. Ok i mercati europei

Piazza Affari in rialzo sostenuta dalle banche. Lo spread tra Btp e Bund ha avviato la giornata in calo

Piazza Affari
©Stefano Meluni / LaPresse

MILANO – La Borsa di Milano apre in rialzo sostenuta dalle banche che festeggiano dopo la valutazione della Bce sugli Srep. Gli investitori guardano con particolare attenzione anche alla ripresa dei negoziati tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale.

In cima al listino svetta Pirelli (+4%). Bene anche Stm (+2,8%) e la Juventus (+2,3%). Il comparto bancario è tonico con Mps (+3%), Unicredit (+1,7%), Ubi (+1,5%), Banco Bpm (+1%) e Intesa (+0,6%). Seduta positiva anche per i titoli legati al petrolio con il prezzo del greggio che sale a 52,73 dollari. Si mette in mostra Tenaris (+2,1%). Avanzano anche Saipem (+1,1%), Eni (+0,4%), Italgas (+0,3%) e Snam (+0,1%). Bene Tim (+1,1%) ed Enel (+0,7%). In rosso Prysmian (-2,8%), Moncler e Banca Generali (-0,2%).

Spread

Lo spread tra Btp e Bund in avvio di giornata è in calo a 273 punti base contro i 278 di ieri in chiusura di giornata. Il rendimento del titolo decennale italiano è al 2,87%.
   

Euro

Quotazioni dell’euro in lieve rialzo in avvio dei mercati europei a 1,1285 dollari contro gli 1,1279 di ieri in chiusura di giornata. Sullo yen la moneta unica europea passa di mano a 124,75 yen.

Borse europee

Procedono in positivo dopo l’accordo parlamentare negli Stati Uniti per evitare un nuovo shutdown. Gli investitori sono ottimisti sul fronte del commercio internazionale con la prospettiva di un incontro tra il presidente statunitense Donald Trump e il leader cinese Xi Jinping. In rialzo anche il petrolio a 52,73 dollari al barile. Sul fronte valutario l’euro è in lieve rialzo sul dollaro a 1,1285 a Londra. L’indice d’area Stoxx 600 guadagna lo 0,6%. Avanzano Francoforte (+1%), Parigi (+0,6%), Madrid e Londra (+0,5%). I mercati europei sono sostenuti dal comparto dell’auto (+2,2%) dove si mettono in mostra Peugeot (+3%), Daimler (+2,1%) e Volkswagen (+1,7%).     In positivo i titoli finanziari (+0,6%%) con Deutsche Bank (+1,5%), Commerzbank e Credit Agricole (+1%) e Bnp Paribas (+0,6%). Bene anche il comparto energia (+0,6%) con Tullow Oil (+1,7%), Total (+0,7%), Shell (+0,6%) e Bp (+0,3%).

Borse asiatiche

La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana col segno più, dopo il giorno di festività di ieri, sfruttando la nuova fase di debolezza dello yen e malgrado le incertezze sull’esito dei negoziati sul commercio internazionale tra Cina e Stati Uniti. Il Nikkei avanza dello 0,54% a quota 20.443,42, segnando un aumento di 110 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si svaluta sul dollaro a un valore di 109,70 e a 124,50 sull’euro.

Oro giallo

Quotazioni dell’oro poco mosse sui mercati asiatici con il lingotto con consegna immediata che passa di mano a 1.308 dollari l’oncia.

Oro nero

Quotazioni del petrolio in rialzo dopo l’accordo del congresso Usa anti-shutdown. I contratti sul greggio Wti con scadenza a marzo guadagnan0 32 centesimi a 52,73 dollari al barile; il Brent recupera 46 centesimi a61,96 dollari al barile.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome