Hamsik, viaggio tra le perle dimenticate. Dodici anni di amore e gol

I gol più belli tra quelli meno celebrati del campione slovacco

Foto LaPresse - Gerardo CafaroStadio San Paolo

NAPOLI – Il momento di salutarsi, di ricordare tutte le emozioni vissute insieme e dirsi addio. La storia d’amore tra Marek Hamsik e i tifosi del Napoli è finita a San Valentino, con una lettera (leggi qui). Lacrime e sorrisi. Lo slovacco vola verso la sua nuova avventura cinese. Gli azzurri iniziano un nuovo viaggio alla conquista dell’Europa. Il modo più bello di dirsi addio, o magari chissà arrivederci, è quello di ripensare agli attimi più belli. La doppietta alla Juventus, la rete della vittoria nella finale di Coppa Italia 2012, il sorpasso al record di Maradona, le imprese in Italia e in giro per il Vecchio Continente. Certo. Ma è forse ancora più importante non perdere neanche un frammento di una storia bellissima, indimenticabile. Di godere per un attimo di emozioni chiuse da tempo in un angolino della memoria.

Il viaggio tra le perle dimenticate

A farlo ci aiuta un video splendido realizzato da Rfprod che mostra tutti i 121 gol realizzati in 12 anni di militanza in azzurro. Ecco i capolavori dimenticati, le perle meno celebrate ma allo stesso tempo sfavillanti di un’avventura incredibile.

1. Napoli-Lazio – Serie A 2007-08

Prima stagione in serie A. Marek Hamsik muove i primi passi nel massimo campionato. E già incanta. Contro la Lazio al San Paolo porta in vantaggio gli azzurri con una conclusione chirurgica. Poi realizzerà il gol del 2-2 in pieno recupero. Napoli-Lazio serie A 2007-2008, risolve un’azione azzurra con una conclusione chirurgica (gol numero 5).

2. Palermo-Napoli – Serie A 2008-09

A Palermo lo slovacco dà prova delle sue immense capacità balistiche. Tiro di destro sul palo lontano che non lascia scampo al portiere Amelia. Il Napoli uscirà sconfitto 2-1, ma la rete di Hamsik è di quelle che fanno battere forte il cuore (gol numero 22).

3. Napoli-Livorno – Serie A 2009-10

Donadoni in panchina, Quagliarella come compagno d’attacco insieme a Lavezzi. Marek ripete la prodezza fatta un anno e mezzo prima contro il Milan, puntando la difesa avversaria e segnando in maniera splendida il momentaneo 2-0 (finirà 3-1) (gol numero 24)

4. Steaua Bucarest-Napoli – Europa League 2010-11

Una gara folle in Romania. Gli azzurri sotto 3-0 rimontano fino al 3-3 firmato Cavani. Una partita manifesto del carattere del Napoli guidato da Walter Mazzarri. Il gol di Hamsik vale il 3-2 ed è un destro terrificante che cambia il senso di quella notte di Europa League (gol numero 37).

5. Lecce-Napoli – Serie A 2011-12

Finale di stagione 2011-12, con il Napoli impegnato in una rincorsa Champions che si rivelerà vana. Hamsik gela il Via del Mare di Lecce con un tiro di controbalzo incredibile. Poche settimane dopo esulterà con l’intero popolo napoletano segnando in finale di Coppa Italia contro la Juventus (gol numero 57).

6. Napoli-Pescara – Serie A 2012-13

Per la prima volta nell’era De Laurentiis il Napoli lotta per lo scudetto, lo farà fino alla fine contro il Milan. Hamsik regala una perla nella goleada al Pescara (5-1) al San Paolo sgusciando via tra i difensori abruzzesi e firmando la rete del 2-0 (gol numero 66).

7. Napoli-Catania – Serie A 2013-14

Una delle principali caratteristiche di Hamsik è il suo essere perfettamente ambidestro. Testimonianza inequivocabile è il sinistro al fulmicotone che trafigge il Catania al San Paolo. Marek si ritaglia un ruolo da protagonista anche nel Napoli targato Rafa-Benitez (gol numero 76).

8. Napoli-Udinese – Coppa Italia 2014-15

Una stagione piena di amarezze lenite dall’incommensurabile gioia per la Supercoppa alzata al cielo di Doha contro la Juventus. In Coppa Italia gli azzurri usciranno in semifinale, ma al primo turno Hamsik regala un gioiello nella durissima sfida all’Udinese. Il suo movimento a circumnavigare l’area di rigore e il suo destro all’incrocio dei pali sono da cineteca (gol numero 83).

9. Sampdoria-Napoli – Serie A 2015-16

Il Napoli di Maurizio Sarri incanta anche nel suo primo anno e contende almeno fino a marzo il titolo alla Juventus. Al Ferraris gli azzurri, in testa alla classifica, danno spettacolo e Hamsik si regala un gol con tanto di serpentina in area di rigore e tocco a punire l’uscita del portiere. Un 4-2 splendido che alimenta un sogno meraviglioso (gol numero 96).

10. Bologna-Napoli – Serie A 2016-17

A Bologna i partenopei regalano una prestazione mostruosa, pochi giorni prima di andare al Bernabeu a sfidare il Real Madrid. Al Dall’Ara finisce 7-1 e il capitano non si accontenta della gloria. Farà tripletta e il suo gol in tuffo di testa è l’ennesima dimostrazione dell’infinito repertorio tecnico dello slovacco (gol numero 107).

11. Napoli-Torino – Serie A 2017-18

Il sogno nel cuore è appena sfumato. Gli azzurri hanno toccato con mano quello scudetto tanto inseguito per vederselo poi scivolare via dalle mani. La rabbia è tanta. La gratitudine verso l’ultimo Napoli sarrista è enorme. Contro il Torino al San Paolo, nella penultima uscita interna, Hamsik (che durante la stagione ha superato il record di reti di Maradona) scarica un missile terra-aria che interpreta perfettamente il sentimento dei tifosi (gol numero 120).

12. Stella Rossa-Napoli – Champions League 2018-19

Colpo di testa sul primo palo, anticipando tutta la difesa della Stella Rossa. Il Napoli va in vantaggio in una gara cruciale per il percorso in Champions. Vincerà 3-1 ma non basterà per passare il turno. E’ l’unico gol di Hamsik con Carlo Ancelotti in panchina. E’ l’ultimo in maglia azzurra. L’ultimo bacio di un amore indimenticabile (gol numero 121).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome