Eurostat, il debito dell’Italia sale a 132,2% del Pil nel 2018. Deficit giù al 2,1%

La spesa per interessi è stata pari al 3,7% del Prodotto Interno Lordo

Istat

MILANO – Il debito pubblico dell’Italia è salito al 132,2% del Pil a fine 2018, contro il 131,4% di un anno prima. Lo comunica Eurostat, rilevando che si tratta del primo anno di risalita da almeno tre anni. Il deficit italiano, al contrario, cala al 2,1% dal 2,4% di fine 2018.

Sale il debito dell’Italia

A livello di debito, quello italiano resta il secondo più alto dell’Ue dopo quello della Grecia, che si è attestato al 181,1% del Pil. Tra i principali Paesi dell’eurozona, la Francia mostra un debito stabile al 98,4% del Pil e un deficit in flessione di 0,3 punti percentuali al 2,5% del Pil, la Germania un debito in caduta al 60,9% dal 64,5% e un avanzo dell’1,7%, mentre la Spagna vede scendere il debito dal 98,1% del Pil al 97,1% e il deficit dal 3,1% al 2,5%.

I dati relativi al 2018

I dati sono stati notificati all’ufficio statistico dell’Ue dall’Istat, che precisa in una nota successiva che nel 2018 l’indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (-37.505 milioni di euro) è stato pari al 2,1% del Pil, in diminuzione di circa 3,8 miliardi rispetto al 2017 (-41.285 milioni di euro, corrispondente al 2,4% del Pil).

Saldo primario e spesa per interessi

Il saldo primario (indebitamento netto al netto della spesa per interessi) è risultato positivo e pari all’1,6% del Pil, con una crescita di 0,2 punti percentuali rispetto al 2017. La spesa per interessi, che secondo le attuali regole di contabilizzazione non comprende l’impatto delle operazioni di ‘swap3’, è stata pari al 3,7% del Pil, con una diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto al 2017.

I conti delle Amministrazioni Pubbliche

I dati del debito delle Amministrazioni Pubbliche per gli anni 2015-2018, continua l’istituto statistico italiano, sono quelli pubblicati dalla Banca d’Italia e sono anch’essi coerenti con il nuovo Sistema Europeo dei Conti (Sec 2010). A fine 2018 il debito pubblico, misurato al lordo delle passività connesse con gli interventi di sostegno finanziario in favore di Stati Membri della Unione economica e monetaria, era pari a 2.321.957 milioni di euro (132,2% del Pil). L’Istat ribadisce dunque che rispetto al 2017 il rapporto tra il debito delle Ap e il Pil è aumentato di 0,8 punti percentuali.

(AWE/LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome