Ballottaggi, in Toscana il centrosinistra conferma Prato e riprende Livorno

Buoni dati per il Partito Democratico

Foto Claudio Martinelli/LaPresse21 ottobre Trento, ItaliacronacaElezioni provinciali Trento 2018Nella foto: Operazioni di voto nel seggio allestito presso la scuola “Bellesini” di Trento. Schede elettorali e urne.

FIRENZE – Il centrosinistra in Toscana vince ai ballottaggi nei due capoluoghi di provincia, Prato e Livorno, ma perde Piombino (Livorno), che era uno storico caposaldo di sinistra.

A Livorno dopo 5 anni il centrosinistra torna alla guida della città governata dal 2014 dal Movimento 5 stelle con l’ex sindaco Filippo Nogarin. Luca Salvetti, candidato del Pd e di alcune liste civiche, ottiene il 63,32% delle preferenze contro il 36,68% di Andrea Romiti del centrodestra. Conferma anche per il sindaco uscente del centrosinistra a Prato, Matteo Biffoni, che vince con il 56,12% dei voti contro il 43,88% del candidato del centrodestra Daniele Spada.

Vittoria per il centrodestra a Piombino, dove la sinistra per la prima volta esce sconfitta dalle elezioni: sindaco diventa Francesco Ferrari, sostenuto dal centrodestra, che con il 64,27% ha battuto la candidata del Pd e di due liste civiche Anna Tempestini, che si è fermata al 35,73%. “Missione compiuta nei capoluoghi al voto in Toscana. Dopo Firenze, con Livorno e Prato, al Partito Democratico tre città su tre. Ci dimostriamo capaci di arginare la deriva leghista”, scrive su Twitter Simona Bonafè, segreteria regionale del Pd.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome