Migranti, un bimbo e una donna sulla nave Alex accompagnati in un centro medico

Fonti della Difesa a Salvini: "Basta attacchi, esigiamo rispetto"

Foto Antonino Maggiore/LaPresse

ROMA – Un minore non accompagnato e una donna che erano a bordo del veliero Alex di Mediterranea, ormeggiato al molo Favaloro di Lampedusa, sono stati accompagnati in un centro medico. Lo riferisce a LaPresse Erasmo Palazzotto, capo missione. “La situazione non è facile. Queste persone hanno affrontato una navigazione di 72 ore a bordo di un gommone e altre 48 sul ponte di una nave con 40 gradi al sole”, racconta. L’equipaggio, libero di scendere, ha deciso di restare a bordo con i migranti finché non sarà consentito a tutti lo sbarco.

Fonti della Difesa a Salvini: “Basta attacchi, esigiamo rispetto”

“Basta attacchi ai militari. Esigiamo rispetto”. Così fonti della Difesa. “Forse al Viminale non sanno come funzionano le cose, non sanno che gli Stati maggiori si relazionano con tutte le articolazioni dello Stato, incluso il Viminale stesso… Quanto riportato in queste ore ci sorprende, siamo alla mitologia. Lo ripetiamo: esigiamo rispetto per i nostri militari”.

“In riferimento alla replica del Viminale – sostengono le fonti -, si precisa che il supporto offerto, come già specificato ieri, riguardava il trasporto dei migranti a Malta. Se il Viminale avesse accettato, i migranti sarebbero già a Malta. È un mistero anche per noi il rifiuto espresso dal Viminale”.

(LaPresse)


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome