Usa, cori contro la democratica Ilhan Omar: “Trump prende le distanze”

“Rimandala da dove è venuta”, i cori dei presenti accompagnati dai ‘buu’ durante un comizio del Presidente della casa Bianca in North Carolina. “Omar: Abbiamo detto che il presidente è razzista, abbiamo condannato i suoi commenti razzisti, io ritengo che sia un fascista”.

WASHINGTON – Cori contro la dem di origini somale, Ilhan Omar: Trump prende le distanze. Ma divampa la polemica. Sia all’interno degli stessi repubblicani che direttamente dalla figlia del Presidente, Ivanka. “Quei cori non hanno posto nel nostro partito o nel nostro paese – ha detto ai giornalisti il deputato del Partito repubblicano, Kevin McCarthy”.

Il disappunto di Trump

“Non sono contento di ciò (riferito ai cori razzisti). Non sono d’accordo”, ha spiegato Trump e sul perché non li abbia stoppati, ha dichiarato: “Penso di averlo fatto. Ho iniziato a parlare molto velocemente”.

Le smentite dei video

Le smentite giungono puntuali dai video estrapolati dalle telecamere durante il comizio. Pare che Trump abbia stoppato il suo discorso in attesa che i cori contro Ilhan Omar terminassero

Ilhan Omar

Ha definito Trump ‘fascista’ la somala americana dopo aver ricevuto gli attacchi razzisti. “Abbiamo detto che il presidente è razzista, abbiamo condannato i suoi commenti razzisti, io ritengo che sia un fascista”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome