Tragedia di Lodi, indagini sul Frecciarossa deragliato: c’è un settimo indagato

Si tratta dell'amministratore delegato di Alstom Ferroviaria, Michele Viale. Va ad aggiungersi ai cinque addetti alla manutenzione e all’azienda Rfi

Nelle indagini del Frecciarossa deragliato a Lodi c’è un settimo indagato. Si tratta dell’amministratore delegato di Alstom Ferroviaria Michele Viale. Quest’ultimo va ad aggiungersi ai cinque addetti alla manutenzione indagati con l’ipotesi di reati colposi e all’azienda Rfi, che avrebbe prodotto una parte dell’attuatore dello scambio, indagata per responsabilità amministrativa.

L’incidente

Si è verificato lo scorso giovedì con il Frecciarossa partito da Milano e diretto a Salerno, deragliato nelle campagne di Livraga, nel Lodigiano, dopo appena 20 minuti dalla partenza. L’inchiesta è portata avanti dalla Procura di Lodi e il rilevamento del problema all’attuatore  è frutto della prima giornata di consulenza tecnica che i pm hanno affidato agli ingegneri Roberto Lucani e Fabrizio D’Errico.

La comunicazione

Il direttore dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle Ferrovie Marco D’Onofrio, durante l’audizione in commissione Lavori Pubblici del Senato, ha dichiarato: “E’ pervenuta una comunicazione da parte della Procura, a seguito del rilevamento di un difetto interno all’attuatore. Sono state fatte delle prove in campo e sembra che ci sia un’inversione dei cablaggi interna al dispositivo che si è andato a sostituire”. Poi ha aggiunto: “Noi ci accingiamo a fare una procedura di ‘safety alert’, nel senso che, una volta noti gli estremi di questo componente o del lotto di fabbricazione faremo una procedura, prevista dalla nostra normativa, per cui allerteremo tutte le Autority in tutto territorio. Si avrà notizia del difetto riscontrato sul componente”, che sarebbe stato fornito da società francese Alstom.

Le possibilità

“Stiamo vagliando altre posizioni”, ha dichiarato il procuratore della Repubblica Domenico Chiaro. L’Authority infatti non esclude altre cause. Quella del problema al deviatore sarebbe “una prima evidenza che introduce un problema che è stato riscontrato”, ma che “non giustifica tutto”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome