1 maggio, Berlusconi: “Deve essere la festa di tutti”

L'intervento del Cavaliere

LAPRESSE / AFP

MILANO – “È una strana festa del lavoro, quella di quest’anno. Si celebra proprio quando in molti il lavoro lo hanno perso e in molti rischiano di perderlo. Con la salute, il lavoro è una delle cose più preziose della nostra vita. Non fornisce solo sostentamento economico, è uno dei valori che danno senso e dignità alla nostra esistenza. Oggi la salute e il lavoro sono entrambi in pericolo”. Così Silvio Berlusconi, sui suoi profili social, interviene nel giorno della festa dei lavoratori.

“Noi ci battiamo – aggiunge Berlusconi – perché nessuna azienda venga lasciata chiudere, nessun posto di lavoro possa andare perduto. Perché chi è in difficoltà, chi il lavoro lo ha perso, sia aiutato subito. Lo Stato ha il dovere di farlo. Oggi, non domani. Il 1° maggio deve essere la festa di tutti: di chi lavora e di chi crea lavoro. Agli uni e agli altri, un augurio dal profondo del cuore: questa stagione difficile passerà e sarà proprio grazie al vostro impegno, al vostro spirito di sacrificio, alla vostra dedizione che torneremo a vedere la luce”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome