Regno Unito, il sottosegretario si dimette per ‘minacce a cittadino’

Il sottosegretario al Commercio britannico Conor Burns si è dimesso a seguito di un'inchiesta che ha rilevato abbia abusato della sua posizione per intimidire una persona coinvolta in una controversia commerciale con suo padre.

(AP Photo/Kirsty Wigglesworth)

LONDRA – Il sottosegretario al Commercio britannico Conor Burns si è dimesso a seguito di un’inchiesta che ha rilevato abbia abusato della sua posizione per intimidire una persona coinvolta in una controversia commerciale con suo padre. Burns ha lasciato il ministero dopo che il comitato per gli standard della Camera dei comuni ha rilevato che ha pronunciato “minacce velate” contro un cittadino, dicendo che se suo padre non fosse stato pagato avrebbe sollevato la questione in Parlamento. Il comitato ha affermato che si è trattato di un “abuso del suo status privilegiato nel tentativo di intimidire un membro del pubblico” e ha dichiarato che Burns dovrebbe essere sospeso dal Parlamento per una settimana. Alleato di lunga data del primo ministro conservatore Boris Johnson, Burns ha dichiarato che “con profondo rammarico ha deciso di dimettersi” dal ministero del Commercio internazionale.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome