Coronavirus, Sala: “Non si parla più di app, di test e tamponi ma solo di movida”

"Ma è possibile che adesso si parla solo di questo termine bruttissimo che è movida e non si sta parlando più della app, che da sola non serve a niente perchè servono i tracciatori, di test e di tamponi?"

Foto Stefano De Grandis - LaPresse in foto Beppe Sala

MILANO – “Ma è possibile che adesso si parla solo di questo termine bruttissimo che è movida e non si sta parlando più della app, che da sola non serve a niente perchè servono i tracciatori, di test e di tamponi? Ragioniamo, non possiamo continuare a seguire flussi di dibattito che durano giorni e perdere di vista gli strumenti fondamentali per uscire dalla pandemia”. Così il sindaco di Milano, Beppe Sala, nel corso dell’odierno videomessaggio ai cittadini. “Va bene parlare degli assembramenti e che i media si sfoghino con immagini e con un dibattito infinito, ma questo non ci deve far perdere di vista che con questa pandemia ci si confronterà a lungo. Il punto è con che misure noi misuriamo e gestiamo la pandemia stessa”, ha aggiunto.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome