Fca, Intesa San Paolo pronta a lanciare un prestito da 6,3 miliardi

Già domani il consiglio di amministrazione di Intesa Sp potrebbe esaminare e deliberare il via libera per il prestito da 6,3 miliardi a favore di Fca. Secondo quanto riporta Bloomberg toccherebbe poi a Sace e governo esaminare la questione

Foto Mourad Balti Touati / LaPresse

MILANO – Già domani il consiglio di amministrazione di Intesa Sp potrebbe esaminare e deliberare il via libera per il prestito da 6,3 miliardi a favore di Fca. Secondo quanto riporta Bloomberg toccherebbe poi a Sace e governo esaminare la questione.

Secondo fonti citate da Bloomberg i dirigenti di Fiat Chrysler e Intesa Sp hanno discusso i termini negli ultimi giorni e hanno raggiunto un accordo che porterebbe a un esito favorevole.

Il prestito garantito dallo Stato, al centro di infuocate polemiche politiche negli ultimi giorni, è progettato per sostenere l’industria automobilistica nazionale alle prese con una delle peggiori crisi della storia, come dimostra il crollo totale delle vendite di auto in Italia scese per effetto del blocco legato al Coronavirus del 98% ad aprile con gli impianti in gran parte chiusi tra marzo e aprile.

Nell’accordo, Intesa dovrebbe lanciare prestiti triennali per sostenere le attività di Fca, con Sace che garantirebbe l’80% dell’importo attraverso un meccanismo che avrebbe bisogno dell’approvazione finale da parte del Mef.

Il nuovo piano di finanziamento “fornirebbe ulteriore sostegno a circa 10.000 piccole e medie imprese nella catena di approvvigionamento automobilistica in Italia”, ha recentemente sottolineato Fca in una nota.

(AWE/LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome