Minacce via social e il murales “Assassino”, Fontana sotto scorta da due giorni

La misura di tutela del governatore, un provvedimento di quarto livello con un'auto con agente di scorta, è stata decisa dalla prefettura di Varese

(AP Photo/Luca Bruno)

MILANO – Dopo le decine di minacce ricevute via social, e anche alcuni murales (‘Fontana assassino’) apparsi in regione, il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, da due giorni è sotto scorta. Lo riporta il quotidiano La Stampa. Sottolineando che la misura di tutela del governatore, un provvedimento di quarto livello con un’auto con agente di scorta, è stata decisa dalla prefettura di Varese.

Secondo il premier l’aiuto internazionale è stato molto importante

“L’aiuto internazionale ricevuto dalla Lombardia durante l’emergenza coronavirus è stato molto importante. Quando sono arrivati i cubani e i samaritani dagli Usa eravamo nel pieno della tempesta. E’ servito per dare una mano ai nostri medici e a recuperare l’energia spesa in maniera esemplare. Ma anche a non farci sentire soli, realizzando che tanta gente nel mondo ha affetto nei confronti della nostra gente. Anche questo è stato un messaggio molto importante”. Così il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, facendo un bilancio sul sostegno arrivato da vari Paesi.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome