Calcio, Mancini: “Juve e Lazio favorite per lo Scudetto, ma Inter non è fuori”

"Credo che Lazio e Juve se la giocheranno fino alla fine, ma da quando si è ripreso a giocare in Bundesliga è di fatto saltato il fattore campo. Per cui credo che anche l'Inter possa ancora avere delle possibilità, secondo me potrebbero esserci delle sorprese".

Foto LaPresse - Marco Alpozzi

MILANO – “Credo che Lazio e Juve se la giocheranno fino alla fine, ma da quando si è ripreso a giocare in Bundesliga è di fatto saltato il fattore campo. Per cui credo che anche l’Inter possa ancora avere delle possibilità, secondo me potrebbero esserci delle sorprese. Poi è chiaro che la Juve rimane avvantaggiata perchè ha una rosa incredibile e molta ampia”. Così Roberto Mancini, ct della Nazionale, intervenuto a Radio Deejay a proposito della ripresa del campionato di calcio di Serie A. “Tutti gli allenatori avranno un po’ di problemi – aggiunge – i giocatori arrivano da due mesi di allenamenti casalinghi, tornare a lavorare in campo e riprendere a giocare subito con partite competitive non sarà facile”. Per il ct azzurro “i ritmi delle partite sono molto più blandi, il calcio tedesco non ha il ritmo che stiamo vedendo e nelle prime partite credo che anche in Italia non avremo ritmi straordinari”. Altro fattore da non dimenticare è il caldo, percè secondo Mancini bisogna ricordare che “in certe città italiane non è facile giocare a luglio”. Una cosa è certa, si tornerà a giocare a porte chiuse e senza tifosi. “Il pubblico è fondamentale in una partita di calcio, ti fa dare qualcosa di più quando sei stanco, si gioca anche per i tifosi”, conclude Mancini.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome