Medioriente, la polizia di Israele uccide un palestinese disarmato a Gerusalemme

La polizia israeliana ha sparato a un palestinese disarmato vicino alla Città Vecchia di Gerusalemme. La polizia ha riferito che l'uomo stava trasportando "un oggetto sospetto che sembrava una pistola" ed è scappato quando gli è stato ordinato di fermarsi

GERUSALEMME – Medioriente, la polizia di Israele uccide un palestinese disarmato a Gerusalemme. La polizia israeliana ha sparato a un palestinese disarmato vicino alla Città Vecchia di Gerusalemme. La polizia ha riferito che l’uomo stava trasportando “un oggetto sospetto che sembrava una pistola” ed è scappato quando gli è stato ordinato di fermarsi. Gli agenti lo hanno rincorso a piedi e hanno aperto. Il portavoce della polizia Micky Rosenfeld in seguito ha dichiarato che non è stata trovata alcuna pistola nell’area. Un parente del defunto lo ha identificato come Iyad Halak, 32 anni. Halak era mentalmente disabile e stava andando in una scuola vicina per persone con bisogni speciali. La sparatoria è avvenuta il giorno dopo che i soldati israeliani hanno ucciso un palestinese nella Cisgiordania occupata perché avrebbe provato a speronare il loro veicolo. Nessun israeliano è rimasto ferito in nessuno dei due incidenti.

Le tensioni sono aumentate nelle ultime settimane mentre Israele ha continuato con i piani per annettere gran parte della Cisgiordania occupata in linea con il piano mediorientale del presidente Donald Trump, che favorisce fortemente Israele ed è stato respinto dai palestinesi. La scorsa settimana l’Autorità palestinese ha dichiarato di non essere più vincolata da accordi passati con Israele e Stati Uniti e di aver tagliato tutti i legami, compreso quelli relartivi alla sicurezza.

(LaPresse/AP)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome