Coronavirus, in calo vittime e positivi: su 355 casi, 210 in Lombardia

I dati della Protezione civile

Foto Cecilia Fabiano/ LaPresse

ROMA – Calano ancora i contagi e le vittime da coronavirus in Italia, con la Lombardia che resta l’epicentro della pandemia. Sono tutto sommato confortanti i dati odierni diramati dalla Protezione Civile per quanto riguarda la situazione a livello nazionale, con 355 nuovi casi di Covid-19 che portano il totale a 233.019. Rispetto a ieri i deceduti sono 75 e portano il totale a 33.415. Il numero totale di attualmente positivi è di 42.075, con una decrescita di 1.616 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi, 435 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 15 pazienti rispetto a ieri. Sono poi 6.387 le persone ricoverate con sintomi, con un decremento di 293 pazienti rispetto a ieri. Altro dato positivo.

Stabile la curva dei contagi

“La curva dei contagi non si è rialzata ma non si è neanche fermata, sta piegando dal lato giusto e dobbiamo insistere. Guai a cantare vittoria, ma dobbiamo continuare su questa strada”, ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza su Rai3. “Le prossime saranno settimane dall’ esito non scontato, il comportamento corretto delle persone sarà ancora la chiave determinante”, ha detto ancora Speranza che su un possibile ritorno della pandemia ha ammonito: “Il rischio c’è, è sbagliato non riconoscerlo. Il rischio 0 non esiste ora, arriverà solo con il vaccino che mi auguro arrivi presto”, ha aggiunto. “Che ci sia differenza fra i territori è un dato innegabile. Il lockdown ci ha consentito di difendere la maggior parte delle regioni italiane. Il nord ha pagato il prezzo più alto, ma il dato uniforme è che tutte le regioni sono in discesa”, ha detto ancora il ministro.

La maggior parte dei contagi è in Lombardia

Tornando ai dati, sono 35.253 le persone, pari all’84% degli attualmente positivi, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 157.507, con un incremento di 1.874 persone rispetto a ieri. L’unica regione che ha registrato un numero superiore ai 10 deceduti resta la Lombardia, che con i suoi 210 nuovi casi si conferma la Regione più colpita e che più a rilento delle altre sta uscendo dalla pandemia. Ad esempio sono 9 i decessi in Piemonte, di cui nessuno al momento registrato nella giornata di oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Con i nuovi 54 casi, il Piemonte si conferma la seconda regione più colpita dopo la Lombardia. Sono invece 31 i nuovi casi in Emilia Romagna, 13 nel Lazio e 12 in Liguria.

(LaPresse/di Antonio Martelli)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome