2 giugno, Di Maio: “Le parole su Mattarella gravissime, abbassiamo i toni”

Le parole forti del ministro degli Esteri

Foto Domenico Stinellis / AP foto Luigi Di Maio

ROMA – “Non è mia abitudine, ne’ volontà esprimere opinioni o giudizi sul corteo odierno. Ritengo che ognuno abbia la libertà, sempre, di manifestare le proprie opinioni pacificamente. Ciononostante, alcuni organi di stampa riportano di pesanti insulti in occasione proprio del corteo rivolti al capo dello Stato. Tra questi, un colloquio tra due manifestanti in cui uno all’altro dice, con chiarezza, riferendosi all’uccisione di Piersanti Mattarella: ‘La mafia ha ucciso il fratello sbagliato’. Lo trovo gravissimo, ma anche preoccupante e indicativo dello stato di tensione interno nel Paese. Bisogna abbassare i toni e la politica, per prima, deve poter dare il buon esempio. Confido nel fatto che qualcuno tra gli organizzatori del corteo si dissoci da quelle parole, che non rappresentano ne’ l’Italia, ne’ gli italiani, ne’ la storia del nostro Paese”. Lo dice Luigi Di Maio in una nota.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome