2 giugno, Mattarella: “Momento difficile per il Paese che si avvia alla ripresa”

Il messaggio del presidente della Repubblica

Foto Roberto Monaldo / LaPresse in foto Sergio Mattarella

MILANO“La ricorrenza del 2 giugno coincide quest’anno con un momento particolarmente difficile per il Paese, che si avvia alla ripresa dopo la fase più drammatica dell’emergenza sanitaria da Covid-19”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato ai Prefetti d’Italia in occasione della Festa della Repubblica. “Cari Prefetti, nel 74° anniversario della fondazione della Repubblica rivolgo a voi e, per il vostro tramite, agli amministratori locali e a tutti coloro che ricoprono pubbliche funzioni – l’augurio più sincero affinché questa data sia occasione per ciascuno di una rinnovata riflessione sui valori fondativi repubblicani”, dichiara.

Una crisi senza precedenti

Prosegue Mattarella: “Le dimensioni e la gravità della crisi, l’impatto che essa ha avuto su ogni aspetto della vita quotidiana, il dolore che ha pervaso le comunità colpite dalla perdita improvvisa di tante persone care, hanno richiesto a tutti uno sforzo straordinario. Anche sul piano emotivo. L’eccezionalità della situazione ha determinato difficoltà mai sperimentate nella storia della Repubblica. Ponendo a tutti i livelli di governo una continua domanda di unità, responsabilità e coesione”. “La crisi non è terminata. E tanto le istituzioni quanto i cittadini dovranno ancora confrontarsi a lungo con le sue conseguenze e con i traumi prodotti anche nelle dimensioni più intime della vita delle persone”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome