Matterella premia “gli eroi del Covid”

Il presidente consegna le onorificenze di Cavaliere al merito della Repubblica

Paolo Giandotti/Ufficio Stampa Quirinale/LaPresse0

ROMA – In arrivo l’onorificenza dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per “Gli eroi del Covid”: si tratta delle persone che durante l’emergenza causata dal coronavirus si sono particolarmente messe in luce per impegno nel servizio alla comunità. E’ un primo gruppo di vari “ruoli, professioni e provenienza geografica” a cui andrà l’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica

Il comunicato

“I riconoscimenti, attribuiti ai singoli – si legge nel comunicato del Quirinale – vogliono simbolicamente rappresentare l’impegno corale di tanti nostri concittadini nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali”.

Chi sono

Riccardo Emanuele Tiritiello, studente dell’istituto Paolo Frisi di Milano. E’ il giovane che, assieme al padre e al nonno ha preparato i pasti gratuitamente per i medici e gli infermieri dell’ospedale Sacco di Milano; Francesco Pepe, una volta chiuso il suo ristorante sito a Caiazzo in provincia di Caserta si è messo a preparare pizze e biscotti per i poveri e gli anziani in difficoltà, organizzando una raccolta fondi per l’ospedale di Caserta; Irene Coppola che ha realizzato, a sue spese, migliaia di mascherine aiutando così un’associazione per sordi mediante una mascherina trasparente per leggere il labiale; Alessandro Bellantoni che ha messo a disposizione il proprio taxi portando gratuitamente in una corsa gratis di 1.300 km da Vibo Valentia all’ospedale Bambin Gesù di Roma una bambina di tre anni per un controllo oncologico; Mahmoud Lufti Ghuniem, in Italia dal 2012. Essendo rider ha portato di persona alla Croce Rossa di Torino mille mascherine acquistate di tasca propria; Daniele La Spina, a nome dei giovani di Grugliasco per la città di Torino, ha portato prodotti di prima necessità ad anziani soli e a quanti erano in difficoltà; Giacomo Pigni, volontario dell’Auser Ticino-Olona: assieme agli studenti ha fatto chiamate di ascolto per dare compagnia alle persone sole; Pietro Floreno, malato da oltre dieci anni di Sla, ha messo a sua disposizione alla ASL, per i malati di coronavirus, il suo ventilatore polmonare di riserva; Maurizio Magli, in rappresentanza dei 30 operai della Tenaris di Dalmine che si è dato da fare per assolvere alla commessa per la produzione di 5mila bombole nel minor tempo possibile; Greta Stella, fotografa professionista, volontaria presso la Croce Rossa di Loano (Savona), ha realizzato un racconto fotografico dell’attività quotidiana dei volontari; Giorgia Depaoli, cooperante internazionale: si è resa disponibile per la piattaforma “Trento si aiuta”; Carlo Olmo, ha fornito gratuitamente Comuni e strutture sanitarie del Piemonte di mascherine, guanti, camici; Maria Sara Feliciangeli, dell’Associazione Angeli in Moto, insieme ai suoi amici motociclisti si è impegnata per consegnare i farmaci a domicilio alle persone con sclerosi multipla.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome