Gualtieri: “Stima del Pil resta a -8%, ma i rischi sono al ribasso”

"Abbiamo ancora una stima di -8% Pil, certo ci sono dei rischi al ribasso ma i dati che abbiamo di aprile e maggio sono in linea anzi migliori delle previsioni".

Foto Filippo Attili/Palazzo Chigi/LaPresse

ROMA – “Abbiamo ancora una stima di -8% Pil, certo ci sono dei rischi al ribasso ma i dati che abbiamo di aprile e maggio sono in linea anzi migliori delle previsioni. La situazione dell’epidemia sta migliorando ma abbiamo ancora impatto su alcuni settori specifici, come il turismo,la ripresa ci sarà ma gli effetti del Coronavirus su alcuni settori si farà sentire più a lungo”. Così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri intervenendo al 24simo forum annuale organizzato da Goldman Sachs. 

Il piano di ripresa

“Siamo stati i primi in Italia a realizzare una moratoria sui prestiti bancari che è una misura che sta funzionando molto bene. Ci sono stati dei ritardi sui prestiti interamente garantiti ma ora stanno accelerando. Non siamo preoccupati per il sistema bancario italiano. Penso sia prevedibile la crescita di Npl ma penso saremo in grado di contenere questo aumento. Dal punto visto regolatorio siamo attrezzati, ovviamente il problema sostanziale rimane ed è per questo che è fondamentale lavorare da un lato sulla liquidità e le moratorie, dall’altro sulla ripresa dell’economia. Abbiamo messo in campo misure ingenti, che stanno funzionando ma certo non bastano: serve una vera ripresa e per questo bisogna lavorare anche a livello europeo”.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome