Juventus, Sarri: “Molto sorpreso dai primi 30′, poi perso lucidità”

La soddisfazione dell'allenatore bianconero

Foto Isabella Bonotto / AFP in foto Maurizio Sarri

TORINO – “Dopo tre mesi senza giocare tornare in panchina è una bella sensazione, anche se ci è mancato l’apporto del pubblico. Giocare partite in queste condizioni non è semplice per nessun. Sono rimasto molto sorpreso e soddisfatto per quanto fatto nei primi trenta minuti. Avevamo un dominio straordinario sulla partita, anche in parità numerica. Dopo siamo calati nei ritmi e a livello di intensità mentale, ma in questo momento le partite sono tutte piene di rischi”. Lo ha detto il tecnico della Juventus Maurizio Sarri ai microfoni Rai dopo la qualificazione per la finale di Coppa Italia maturata grazie allo 0-0 contro il Milan. “L’aspetto positivo è che nelle ultime partite la squadra non sta concedendo più niente agli avversari – ha aggiunto – Il calo nella ripresa? Parliamo di giocatori rimasti per 70 giorni su un divano, far tornare la completa efficienza fisica e dell’intensità mentale non è così semplice e automatico. Se la si paragona a una gara di precampionato questa è una partita di fine luglio. Ci andrà un po’ di pazienza ma le premesse sono importanti”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome