Coronavirus, scoperto in Cina un nuovo virus con un potenziale pandemico

AP Photo/Mark Schiefelbein

MILANO – I ricercatori cinesi hanno scoperto una nuova “varietà” di virus con potenziale pandemico, simile a quello dell’influenza suina. Secondo lo studio pubblicato sulla rivista Pnas il virus è veicolato dai maiali e può essere trasmesso all’uomo. “I maiali sono considerati ospiti importanti o recipienti di miscelazione per la generazione di virus influenzali pandemici. La sorveglianza sistematica dei virus influenzali nei suini è essenziale per l’allerta precoce e la preparazione a una prossima potenziale pandemia”, hanno spiegato i ricercatori nel rapporto.

Lo studio continua affermando che i ricercatori hanno rilevato che il virus, denominato G4 EA H1N1 è diventato predominante nei suini dal 2016. Secondo gli scienziati, compresi quelli del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie, questi virus G4 si legano alle molecole dei recettori nelle cellule umane e possono replicarsi nello strato esterno del sistema respiratorio. Il virus è risultato essere altamente contagioso, con capacità di trasmissione all’uomo.

Il rapporto ha indicato come motivo di preoccupazione che il 10,4 per cento dei lavoratori nei macelli che entravano a contatto con la carne di maiale è risultato positivo al virus. “I partecipanti di età compresa tra 18 e 35 anni avevano tassi sieropositivi del 20,5 per cento. Indicando che il virus G4 EA H1N1 ha acquisito una maggiore infettività umana. Tale infettività aumenta notevolmente l’opportunità di adattamento del virus nell’uomo e solleva preoccupazioni per il possibile generazione di virus pandemici”, si legge nello studio.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome