Hong Kong, manifestanti in piazza contro la legge sulla sicurezza nazionale: 80 arresti

L’Ue, attraverso l'alto rappresentante Josep Borrell, attribuisce “grande importanza al mantenimento dell'alto grado di autonomia di Hong Kong, in linea con la Legge fondamentale e con gli impegni internazionali"

(AP Photo/Kin Cheung) (AP Photo/Vincent Yu)

HONG KONG – Manifestanti in piazza contro la legge sulla sicurezza nazionale imposta dalla Cina. Le proteste sono cominciate a Causeway Bay dove si sono radunati migliaia di persone. Ci sono stati degli scontri e la polizia ha utilizzato sia cannoni ad acqua che cartucce urticanti e proiettili di gomma per placare la rivolta.

Arresti

Sono circa un’ottantina i manifestanti arrestati dalla polizia. Un agente è stato ferito durante i tumulti.

Monito dell’Ue

L’Ue, attraverso l’alto rappresentante Josep Borrell, attribuisce “grande importanza al mantenimento dell’alto grado di autonomia di Hong Kong, in linea con la Legge fondamentale e con gli impegni internazionali, nonché al rispetto di questo principio”. E “ritiene essenziale che i diritti e le libertà esistenti dei residenti di Hong Kong siano pienamente tutelati” ribadendo “le sue gravi preoccupazioni per la legge sulla sicurezza nazionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome