Mafia, blitz tra Sicilia e Germania: 46 arresti, colpite le famiglie di Barrafranca e Pietraperzia

Tra i reati contestati associazione mafiosa, traffico e spaccio di droga ed estorsioni

ROMA – Maxi operazione antimafia sull’asse Sicilia-Germania. I carabinieri del Ros di Enna impegnati dall’alba nell’esecuzione di una misura cautelare, emessa dal gip del tribunale di Caltanissetta, nei confronti di 46 indagati. Le accuse sono associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico e allo smercio di stupefacenti, estorsioni, corruzione aggravata dall’aver favorito l’associazione mafiosa, detenzioni di armi da fuoco. Contestualmente è in fase di notifica anche un sequestro di beni per un valore di oltre un milione di euro.

Le accuse

In manette sono finiti affiliati o contigui alle famiglie mafiose di Barrafranca e Pietraperzia. Una delle figure di spicco del sodalizio, Bevilacqua Giuseppe Emilio, è stato catturato in Germania grazie al supporto del BKA e della polizia tedesca. E con il coordinamento operativo dell’Agenzia di Polizia europea Europol. Le indagini, che si sono basate anche su intercettazioni ambientali, hanno portato anche al rinvenimento di numerose armi e munizioni. Come mostra il video diffuso dai carabinieri. Registrata anche la conversazione tra un boss e la figlia dopo l’incontro tra l’uomo e un altro capomafia: “Ti ha baciato la mano?”, chiede la donna al padre.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome