Camorra, sequestrati beni per oltre 10 milioni ad un imprenditore campano residente a Pistoia

E' operante nel settore immobiliare e turistico-alberghiero, legato agli ambienti camorristici napoletani, ed in particolare al clan 'Formicola'

Foto LaPresse -

PISTOIA – La DIA di Firenze, in collaborazione con quella di Roma e Padova, ha eseguito un decreto di sequestro, emesso dal Tribunale fiorentino su proposta del Direttore della DIA, Generale di Divisione Giuseppe Governale, nei confronti di un imprenditore residente a Montecatini Terme (Pistoia) ma di origini campane. Operante nel settore immobiliare e turistico-alberghiero, legato agli ambienti camorristici napoletani, ed in particolare al clan ‘Formicola’.

Già sorvegliato speciale, l’uomo ha riportato condanne irrevocabili per diversi reati. Tra cui associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine, detenzione di armi, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e ricettazione. Inoltre, nel 2004, risulta aver ospitato, sotto falso nome, un latitante di camorra in uno dei suoi alberghi.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome