Campobasso, scoperta piantagione di marijuana: 3.900 piante, avrebbe fruttato 4 milioni

È stato proprio un elicottero della Sezione Aerea della guardia di finanza di Pescara a localizzare una vasta area di terreno, in agro di Campomarino

Foto LaPresse

CAMPOBASSO – La guardia di finanza di Campobasso, anche grazie a ricognizioni aeree svolte dai finanzieri del Reparto operativo aeronavale di Pescara e perlustrazione delle aree del basso Molise da parte delle pattuglie della Compagnia di Termoli, ha scoperto una vasta piantagione di marijuana. È stato proprio un elicottero della Sezione Aerea della guardia di finanza di Pescara a localizzare una vasta area di terreno, in agro di Campomarino. Che nascondeva tra una folta vegetazione la presenza di migliaia di piante di marijuana di varie dimensioni, organizzate in cicli di crescita e produzione progressive.

Quell’avvistamento è stato segnalato ai finanzieri della Compagnia di Termol. Che, districandosi tra la fitta boscaglia circostante – strategica per rendere la zona ben celata e soprattutto di difficile access. Hanno raggiunto la piantagione, dove hanno constatato la perfetta organizzazione della coltivazione presso la quale era stato realizzato un complesso sistema automatico di irrigazione ‘goccia a goccia’, completato dalla presenza di fertilizzante e svariati attrezzi da lavoro utilizzati per la coltivazione.

Sotto lo stretto coordinamento della procura di Larino, la guardia di finanza ha estirpato oltre 3.900 piante pronte per la raccolta delle infiorescenze. Qualora immesse sul mercato, quella coltivazione avrebbe assicurato guadagni illeciti sino a quasi quattro milioni di euro.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome