Mafia, confisca da 4 milioni agli eredi dei boss Madonia e Di Trapani

Operazione dei Carabinieri

Foto Vincenzo Livieri - LaPresse

ROMA – Nella mattinata odierna, i Carabinieri del ROS, su disposizione della Procura della Repubblica di Palermo – Direzione Distrettuale Antimafia, hanno eseguito un decreto di confisca. Emesso dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione su proposta della citata Procura. Nei confronti degli eredi dei noti esponenti mafiosi Francesco Madonia e Francesco Di Trapani.

Grazie alle indagini svolte, gli eredi dei defunti uomini d’onore, in vita esponenti apicali del mandamento di Palermo, Resuttana, sono stati quindi valutati quali soggetti sottoponibili a misura di prevenzione. In presenza dei presupposti soggettivi previsti dalla normativa vigente.

Dal punto di vista oggettivo, il Tribunale ha ritenuto inoltre provata l’ammissibilità della proposta di confisca. La diretta riconducibilità dei beni ai proposti e la sussistenza di sufficienti indizi che hanno indotto a ritenere che i beni siano stati frutto di attività illecite o che ne abbiano costituito il reimpiego. E che comunque siano stati originariamente acquisiti e sottoposti alla diretta gestione economica e amministrativa da parte di Madonia e Di Trapani.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome