Reggio Calabria, maxi sequestro di droga: bloccati 4,3 kg diretti in Sicilia

Gli involucri contenenti la sostanza stupefacente in parola sono stati trovati all’interno di un vano per il filtraggio dell’aria condizionata

MILANO – Ennesimo colpo alle organizzazioni criminali dedite al traffico di sostanze stupefacenti inferto dai militari del Comando provinciale della Guardia di finanza di Reggio Calabria. Grazie al fiuto dei cani antidroga, infatti, i militari della locale Compagnia territoriale hanno individuato e contestualmente sottoposto a sequestro oltre 4,3 chilogrammi di cocaina, l’autovettura a noleggio utilizzata per il trasporto della sostanza stupefacente in questione. Nonché tratto in arresto in flagranza di reato un 51enne reggino.

Maxi sequestro di droga

L’operazione repressiva in argomento, operata d’iniziativa, si inserisce nell’ambito di un più ampio piano straordinario di controllo economico-finanziario del territorio, disposto dal Comando provinciale della Guardia di finanza di Reggio Calabria, eseguito mediante pianificate attività di monitoraggio delle aree e degli snodi stradali, ferroviari e marittimi maggiormente a rischio, preventivamente oggetto di specifiche analisi e selezione. Nello specifico, una pattuglia delle fiamme gialle, durante lo svolgimento di un servizio di controllo su strada operato presso gli imbarcaderi di Villa San Giovanni, ha individuato un soggetto manifestante, sin da subito, evidenti segni di agitazione, conducente un’autovettura a noleggio.

Le indagini

La successiva interlocuzione con il soggetto in argomento ha condotto i militari operanti a nutrire fondati sospetti circa la possibile detenzione di beni illeciti da parte del medesimo. Motivo per cui si è proceduto all’avvio, d’iniziativa, di un’attività di perquisizione all’interno dell’autovettura, nonché sulla persona dell’indiziato. A seguito di specifiche segnalazioni delle unità cinofile antidroga impiegate, gli operanti sono giunti al rinvenimento di oltre 4,3 chilogrammi di cocaina. Contenuti all’interno di 4 panetti ricoperti di plastica di colore nero, sigillati con del nastro da imballaggio trasparente e recanti impresso un simbolo riproducente un ferro di cavallo. Gli involucri contenenti la sostanza stupefacente in parola sono stati trovati all’interno di un vano per il filtraggio dell’aria condizionata. E posizionato sotto il cofano-motore dell’autovettura ispezionata.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome