Regeni, Sereni: “Non richiamare l’ambasciatore ma intensificare le pressioni”

L'intervento della Vice Ministra degli Esteri

Foto Vincenzo Livieri - LaPresse In the picture

ROMA – Penso che l’Italia non debba richiamare l’ambasciatore e debba piuttosto intensificare le pressioni politiche e diplomatiche sul governo di al-Sisi. Dal Mediterraneo all’energia fino alla Libia, l’Egitto è un interlocutore fondamentale”. Così risponde a proposito del caso Regeni la Vice Ministra degli Esteri Marina Sereni in un’intervista a Formiche.net. Aggiungendo: “la riapertura del confronto fra le due procure era essenziale. Alla controparte egiziana chiediamo un processo equo, non inquinato, delle persone identificate con nomi e cognomi come affiliate all’intelligence egiziana e ritenute responsabili dell’uccisione di Regeni. Questa richiesta nell’incontro del 1 luglio non è stata soddisfatta, le risposte della procura egiziana sono state deludenti”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome