Torino, operazione antipedofilia: migliaia di file sequestrati, abusi sui neonati

Sgominata una rete di pedofili

Minorenni violentati

TORINO – Oltre 200 investigatori del Centro nazionale di contrasto alla pedopornografia online e del Compartimento della polizia postale e delle comunicazioni di Torino impegnati nella complessa operazione di contrasto alla pedopornografia online di oggi. Eseguiti 50 decreti di perquisizione, arresti. E ad indagare altrettante persone di cui alcuni con precedenti specifici, responsabili di detenzione, diffusione ed in alcuni casi, di produzione di materiale pedopornografico. E sgominata una rete di pedofili italiani che, secondo l’accusa, su una nota piattaforma di messaggistica scambiavano materiale pornografico realizzato utilizzando minori di 18 anni.

Per tre degli indagati sono scattate le manette in quanto, secondo quanto ricostruito, sono stati trovati in possesso di ingenti quantitativi di materiale pornografico avente ad oggetto minori. Sequestrati migliaia di file. Molto diversificato il materiale illegale. “Da foto che rappresentavano scene di nudo ad altre aventi contenuti raccapriccianti, ritraenti vere e proprie violenze sessuali dove le vittime erano spesso neonati”. In alcuni casi scoperto anche materiale autoprodotto in ambito familiare.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome