Traffico di stupefacenti, catturato un 36enne sfuggito all’operazione Kulmi

ROMA – La D.I.A. di Bari ed i Carabinieri della Compagnia di Policoro (MT), coadiuvati dallo Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori ‘Puglia’, alle prime luci dell’alba hanno catturato il cittadino albanese A.B., 36enne. Sottrattosi quindi all’esecuzione del provvedimento di custodia cautelare nel corso dell’operazione KULMI, condotta il 30 giugno. Nell’ambito della quale sono stati poi eseguiti 37 arresti e misure patrimoniali per un valore di 4 milioni di euro, tra Albania ed Italia. Per traffico internazionale di stupefacenti.

Il cittadino albanese si era infatti reso irreperibile allontanandosi dalla propria abitazione di Policoro. Ed aveva trovato riparo all’interno di un rifugio di fortuna lungo l’argine del fiume Agri, nascosto nella vegetazione, in una zona molto impervia dell’entroterra lucano. Qui i Carabinieri dello Squadrone Cacciatori ‘Puglia’, indirizzati e supportati dagli investigatori della D.I.A. di Bari e dai Carabinieri di Policoro, lo hanno scovato ed arrestato. Nello stesso contesto sono stati tratti in arresto in flagranza del reato di favoreggiamento personale altri due cittadini abanesi, S.S e S.D., 30enne e 23enne. Entrambi incensurati, da tempo regolarmente residenti in provincia di Matera, responsabili di aver agevolato il connazionale fornendogli viveri di conforto e supporto logistico.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome