Rai3, domani ‘Passato e presente’ racconta arte e idee di Raffaello

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse in foto Paolo Mieli

MILANO – Uno dei più grandi maestri del Rinascimento, Raffaello Sanzio, poco più che ventenne approda nella maestosa Roma di Giulio II, partendo dalla vivace Urbino dei Montefeltro, dove è cresciuto nella bottega del padre. È già un pittore affermato e il ‘Papa guerriero’, che sta cambiando il volto della città, gli commissiona gli affreschi delle stanze Vaticane. Un grande dell’arte raccontato da Paolo Mieli e dal professor Lucio Villari a ‘Passato e presente’, il programma di Rai Cultura in onda domani, lunedì 6 luglio, alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia.

L’affresco delle stanze Vaticane è solo il primo di una lunga serie di prestigiosi incarichi, che continuano sotto il pontificato di Leone X e marcano la brillante carriera di Raffaello. Quando muore, a soli 37 anni, esattamente 500 anni fa, è il più importante artista e architetto del suo tempo: dirige la Fabbrica di San Pietro ed è anche il primo soprintendente ante litteram alle antichità. (LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome