Coronavirus: Tso per chi rifiuta il ricovero

Foto Roberto Monaldo / LaPresse in foto il ministro della Salute Roberto Speranza

ROMA – Ancora troppi i focolai in più regioni: Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Lazio quelle più interessate in queste ore. Dunque più regioni interessate da nuovi focolai causati da persone provenienti da Paesi extra Schengen, lavoratori stranieri trovati positivi al Covid 19.In Lombardia riscontrato al positività di operatori nei mattatoi e salumifici del Mantovano con 68 positivi. E si sta pensando a misure restrittive anti-contagio come il Trattamento sanitario obbligatorio (Tso) dopo il caso dell’imprenditore veneto che aveva rifiutato il ricovero nonostante presentasse chiari sintomi di coronavirus.

Giovani incoscienti

Sono molteplici le situazioni fuori controllo che preoccupano gli amministratori come la faciloneria, gli assembramenti soprattutto da parte delle giovani generazioni giovani. Questa mattina nei boschi dell’astigiano, lungo il Tanaro, è stato scoperto e sgomberato dalle forze dell’ordine un rave con oltre 400 ragazzi. E il governatore della Toscana Enrico Rossi ha stabilito il ricovero obbligatorio nei ‘Covid hotel’ mentre nella Capitale da domani partono i tamponi a tappeto per la comunità del Bangladesh.

Speranza, si pensa a Tso

“Oggi se una persona è positiva e non resta in isolamento ha una sanzione penale da 3 a 18 mesi di carcere. E c’è una multa fino a 5mila euro. Sto valutando con il mio ufficio legislativo l’ipotesi di trattamenti sanitari obbligatori nei casi in cui una persona rifiuti il ricovero” con il fine di “studiare una norma più stringente per la tutela contro il Covid”.

Crisanti concorde

Andrea Crisanti, professore di microbiologia dell’Università di Padova: “Ogni volta che si mette in pericolo la salute degli altri prevale il bene pubblico, quindi penso che il Trattamento sanitario obbligatorio in questi casi debba essere necessario, estenderlo al caso del Covid non è una cosa negativa”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome