Coronavirus, Bernini (Fi): “Conte non ammette gli errori, così il Paese non riparte”.

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse in foto Annamaria Bernini

ROMA“Conte fa sempre il primo della classe senza ammettere gli errori: ha appena annunciato a una tv spagnola che se ci dovesse essere una seconda ondata di Covid, l’Italia sarebbe attrezzata per mantenere “anche questa” sotto controllo. Tutti speriamo ovviamente che abbia ragione, ma questo nuovo proclama fa purtroppo tornare alla mente quello precedente, quando, prima che iniziasse la pandemia, lo stesso premier affermò che l’Italia era il Paese più attrezzato d’Europa a non far entrare il virus. Seguirono due mesi di lockdown”. Lo afferma in una nota la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini, che aggiunge: “Con gli inutili trionfalismi non si rassicura nessuno. Per ripartire il Paese ha bisogno di sicurezza, di lavoro e di controlli ai confini. Invece la vicenda del bengalese positivo al Covid che ha girato per cinque giorni indisturbato dimostra purtroppo che questo governo i controlli li riserva agli italiani, mentre apre i porti ai migranti e chiude le rotte aeree quando è troppo tardi. Forza Italia si presenterà all’incontro col premier con le idee molto chiare: sbloccare l’edilizia privata e le infrastrutture pubbliche, flat tax per gli autonomi fini a centomila euro, semplificazione del bonus turismo, sblocco di tutti gli aiuti a fondo perduto per le imprese e un piano che rilanci lavoro e scuola. Per noi è infine assurdo che gli impiegati pubblici restino in smart working per tutto l’anno. Sono troppi gli uffici in cui nessuno risponde al telefono”, conclude la presidente Bernini. (LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome