Fisco, Conte: “Si ipotizza un lieve abbassamento dell’Iva”

Le dichiarazioni del premier

Foto Filippo Attili / Palazzo Chigi/ LaPresse in foto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa

ROMA “Collegare un lieve abbassamento dell’Iva, semmai temporaneo, a pagamenti digitali: chi usa la carta di credito o il bancomat avrebbe un piccolo sconto”. L’idea viene rilanciata dal premier Giuseppe Conte allo spagnolo ‘Nius’. In questo modo, sottolinea Conte, si arriverebbe al “pagare meno, pagare tutti”.

Il Recovery Fund

Al premier olandese Mark Rutte “spiegherò che abbiamo fretta ed è nell’interesse di tutti, non solo nell’interesse nostro, è nell’interesse anche dell’Olanda”. “Più rischiamo di ritardare, più rischiamo di elaborare una proposta inefficace – argomenta Conte -. Se noi lasciamo che si distrugga il mercato unico, i danni saranno anche per l’Olanda: anche l’Olanda beneficia del mercato unico”.

Il Mes

Per quanto riguarda il nodo del Mes, “affrontarlo adesso significherebbe fare una battaglia astratta: addirittura, può diventare ideologica. In Italia ci sono delle posizioni di principio: c’è chi dice sì Mes per principio o no Mes per principio. E chi, come me, ha un approccio molto pragmatico. A me interessa quello che serve alla comunità nazionale, ai cittadini”. “Un domani, quando avremo finito il negoziato e avremo gli strumenti sul tavolo – prosegue Conte – li studieremo, uno per uno, aggiorneremo le valutazioni per quanto riguarda i flussi di cassa, e andrò nel Parlamento e farò una proposta”. In caso “proporrò delle alternative”, e “mi assumerò la responsabilità”, anche perché il Fondo Salva Stati “non è mai stato un tabù: io ho sempre detto che non puntiamo sul Mes perché il Mes non è la soluzione dei nostri problemi”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome