Autostrade, inchiesta sui pannelli fonoassorbenti: indagato l’ad Tomasi

E' già stato interrogato dal pm

Roberto Tomasi (Foto Valerio Portelli/LaPresse)

Indagato Roberto Tomasi, attuale amministratore delegato di Autostrade per l’Italia. Il manager è finito nell’inchiesta sui pannelli fonoassorbenti sistemati sulla rete autostradale. E’ stato iscritto nel registro degli inquisiti non in qualità di Ad ma per la sua presenza nel ‘Comitato nuove opere’.

Quel gruppo, stando alla tesi della procura, autorizzò l’acquisto di materiali per 30 milioni di euro, ma successivamente si rivelarono pericolosi.

La magistratura inquirente adesso procede per frode nelle pubbliche forniture e attentato alla sicurezza. L’Ad è già stato sentito dal pm Walter Cotugno, titolare dell’indagine.

L’Aspi ha commentato la vicenda con una nota ufficiale: “In merito ad alcune notizie di stampa riguardanti il coinvolgimento dell’Ing. Roberto Tomasi in un’indagine riguardante la conformità dell’installazione di alcune barriere assorbenti sulla rete autostradale, si evidenzia che l’Ad ha già avuto modo di chiarire ampiamente all’Autorità Giudiziaria la propria posizione”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome