Omicidio a Follonica, processo in Appello per l’ex vicesindaco e il figlio

In primo grado Raffaele Papa è stato condannato all'ergastolo, il genitore a 20 anni per concorso anomalo nell'assassinio di Salvatore De Simone

GRAZZANISE – Il 13 aprile del 2017 la tragedia. Gli spari a Follonica, in via Matteotti, davanti alla rosticceria Da Buono: un morto e due feriti. Nel settembre del 2019 la condanna in primo grado per chi ha premuto il grilletto e per chi, indirettamente, avrebbe contribuito al massacro. E fra tre mesi (il 21 ottobre), invece, ci sarà l’Appello: secondo round per Raffaele Papa, 32enne, e per il padre Antonio, 58enne, ex vicesindaco di Grazzanise, già condannato per camorra. I loro difensori cercheranno di ribaltare il verdetto emesso dal tribunale di Grosseto: ergastolo per il giovane, accusato di omicidio e tentato omicidio, e 20 anni per il genitore, imputato per concorso anomalo nell’assassinio, oltre che per la detenzione illegale dell’arma usata.

Raffaele Papa, stando alla tesi degli inquirenti, istigato dal padre, sparò con una Tanfoglio, risultata rubata, a Salvatore De Simone, 43enne. Il commerciante morì sul colpo. I proiettili però raggiunsero anche Massimiliano, fratello della vittima, e Paola Martinozzi, farmacista: la donna passava per caso lungo la strada dove stava andando in scena il raid di piombo. Hanno riportato ferite irreversibili.
Ad innescare la follia a Follonica sarebbe stata una lite tra il 59enne di origini mazzonare e i De Simone: le loro attività commerciali, rispettivamente una rosticceria e un albergo, erano vicine, ma la convivenza, a quanto pare, era problematica.

La famiglia Papa aveva lasciato Grazzanise oltre dieci anni prima per trasferirsi stabilmente a Follonica, dove aveva aperto anche un’agenzia di pompe funebri, business che storicamente svolgeva pure nel Basso Volturno. Il 32enne ora si trova in carcere, in Toscana, il padre, invece, è a piede libero: da diversi mesi è tornato a vivere nei Mazzoni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome